Pitture necessarie

Questa serie è iniziata a Febbraio 2020, poco prima di questo periodo folle. Ricordo che stavo lavorando per perdere il controllo durante le mie giornate in studio, alla ricerca della casualità perfetta. La pandemia ha accelerato tutto, anche i cambiamenti esistenziali di ognuno. Questi quadri sono molto diversi dai precedenti “Pitture di Evasione”, tele acriliche brillanti piene di plasticità e volume. Le atmosfere dei Quadri Necessari sono più informali, più profonde. I colori vetrosi si mischiano a matericità terrose e iridescenza. Spesso sono segni scavati, più che aggiunti. Ho cercato la profondità scavando dentro me stessa e sulla tela. L’arte è diventata un atto necessario e una cura per lo spirito, che può viaggiare tra le infinite atmosfere della vita. L’estetica deve necessariamente far posto alla verità, anche se quest’ultima non ha certo il fascino della perfezione. Ma la verità è che la perfezione è statica, mentre il nostro umano errare viaggia continuamente con noi.

This series started in February 2020, just before this crazy period. I remember I was working to lose control during my days in the studio, looking for the perfect randomness. The pandemic accelerated everything, even everyone’s existential changes. These paintings are very different from the previous “Evasion Paintings”, full of plasticity and volume. The atmospheres of the Necessary Paintings are more informal, fuller. The glassy colors are mixed with earthy materiality and iridescence. Art has once again become a necessary act and a care for the spirit, which can get lost floating among the many atmospheres of life.